Sconto ristrutturazioni sale al 50% con il nuovo 730

Arrivano maggiori sconti sulle ristrutturazioni immobiliari, con l’aumento della detrazione dal 36% al 50% e della soglia a 96.000 euro. E’ la principale novità del nuovo modello 730 per l’anno 2013, reso noto dall’agenzia delle Entrate. Ma non tutte le novità sono a favore del contribuente. Arriva una franchigia di 40 euro per le detrazioni dell’Rc auto e scompare la possibilità, per gli anziani, di concentrare lo sconto delle ristrutturazioni in 3-5 anni.

Casa, scontro ristrutturazioni al 50%
La detrazione d’imposta per le spese di ristrutturazione e di recupero del patrimonio edilizio sostenute dal 26 giugno 2012 al 30 giugno 2013 passa dal 36% al 50%. Anche il limite massimo di spesa sul quale calcolare la detrazione sale da 48.000 euro ad un massimo di 96.000 euro per unità immobiliare. Il bonus va ripartito in dieci anni, con quote di pari importo. Lo sconto è valido anche per gli interventi di ricostruzione o ripristino degli immobili danneggiati a seguito di eventi calamitosi.

Casa, addio scontro veloce per gli anziani
Scompare per i contribuenti di età non inferiore a 75 e 80 anni la possibilità di ripartire la detrazione rispettivamente in 5 e 3 quote annuali. Tutti devono ripartire l’importo in 10 rate.

Bonus energia su nuovi scaldacqua
Anche lo scaldacqua ammesso alla detrazione d’imposta del 55% per gli interventi di risparmio energetico. Lo sconto varrà però se si sostituisce il vecchio scaldabagno con scaldacqua a pompa di calore dedicati alla produzione di acqua calda sanitaria.

Imu alla prova dei redditi
La nuova imposta sostituisce l’Irpef e le addizionali dovute sul reddito dominicale dei terreni e sul reddito dei fabbricati non locati, inclusi quelli dati in comodato d’uso gratuito. Soltanto il reddito agrario rientra nelle vecchie regole. L’Irpef e le relative addizionali si applicano, se dovute, agli immobili esenti dall’Imu. In questo caso, va indicata la presenza di una causa di esenzione nel quadro dei terreni e nel quadro dei fabbricati.

Rc auto, arriva franchigia
Il contributo del premio assicurativo di responsabilità civile per i veicoli al Servizio Sanitario Nazionale può essere portato in detrazione soltanto per la parte che eccede i 40 euro, una franchigia che taglierà fuori dallo sconto molti automobilisti.

8 per mille anche ad altre religioni
Sarà possibile destinare l’8 per mille dell’Irpef ma dedurre dal reddito deduzioni fino a 1.032,91 euro anche per la Chiesa apostolica in Italia e per la Sacra Arcidiocesi ortodossa d’Italia ed Esarcato per l’Europa Meridionale.

Fonte

0

Answers


Please signup or login to answer this question.

Sorry,At this time user registration is disabled. We will open registration soon!